RICERCA TRA GLI OLTRE 5MILA ARGOMENTI

4 settembre 2015

PARANOIA

E’ una alterazione del giudizio sulla realtà non modificabile né dalla critica, né dall’esperienza o,
per meglio intendersi, è una psicosi caratterizzata da un delirio organizzato (il delirio è un disturbo dell’ideazione; esso è organizzato quando presenta caratteristiche di coerenza e logicità, cioè quando è un delirio lucido, un delirio in assenza di altri aspetti patologici come allucinazioni, dissociazione e deterioramento della personalità)
La paranoia si manifesta in genere dai 30 ai 50 anni.
Il contenuto delirante è vario: delirio di gelosia, erotomanico (convinzione che un'altra persona sia innamorata del soggetto) , di persecuzione, di querela (il nucleo delirante è spesso rappresentato da presunte ingiustizie che debbono essere riparate a mezzo di azioni legali)

Per esempio, il soggetto può essere convinto:
che qualcuno si inserisce nella sua mente e gli rubi le idee
oppure
che tutti o quasi tutti lo minaccino e sparlino di lui
oppure
di essere perseguitato dai colleghi, dai familiari, dai vicini di casa
oppure
di essere una persona divina, o profetica
oppure
manifesta assurde e continuate gelosie

Il decorso della paranoia è cronico, spesso alternante, con periodi di maggiore intensità ed altri di attenuazione

In alcuni casi si possono osservare aspetti di tipo schizofrenico con allucinazioni, dissociazione del pensiero e deterioramento della personalità

RICERCA TRA GLI OLTRE 5MILA ARGOMENTI