RICERCA TRA GLI OLTRE 6MILA ARGOMENTI

18 maggio 2015

CALPROTECTINA

La calprotectina è una proteina presente in grande quantità nei granulociti neutrofili e e nei macrofagi attivati
Possiede un ruolo rilevante nelle funzioni difensive dell'organismo e si riscontra in diversi materiali biologici umani quali siero, saliva, liquido cerebrospinale e urine.

In presenza di processi infiammatori, la calprotectina viene rilasciata a seguito della granulazione dei granulociti neutrofili.

Il dosaggio della calprotectina nelle feci è particolarmente utile nella valutazione del grado di infiammazione dell'intestino

Nel caso di un'infiammazione dell'intestino, la calprotectina può essere rilevata nelle feci.

Nei pazienti affetti da malattie infiammatorie croniche intestinali quali la colite ulcerosa, il morbo di Crohn il livello di calprotectina è infatti generalmente molto elevato.

Nei soggetti affetti da Sindrome dell'Intestino irritabile invece il livello di calprotectina è invece decisamente inferiore a quello riscontrato nei pazienti con malattia infiammatoria attiva


La determinazione della Calprotectina fecale è quindi utile:
-per escludere una malattia infiammatoria cronica dell'intestino in soggetti con diarrea cronica o dolore addominale cronico
-per monitorare l’attività infiammatoria intestinale
-come indicatore di ricorrenza della patologia
-nel follow-up terapeutico




Una calprotectina fecale inferiore a 50 microgrammi / g
rende improbabile la diagnosi di malattia infiammatoria intestinale, e rende più probabile la diagnosi di sindrome dell'intestino irritabile.

RICERCA TRA GLI OLTRE 6MILA ARGOMENTI