RICERCA TRA GLI OLTRE 6MILA ARGOMENTI

24 novembre 2014

AGENTI  STIMOLANTI  L'ERITROPOIESI  NELL'INSUFFICIENZA RENALE CRONICA, CONSIDERAZIONI ESSENZIALI

epoetin alfa
o
darbepoetin alfa


Nell'insufficienza renale cronica, allorquando viene raggiunto lo stadio 3, è necessaria l'identificazione di complicanze quali l'anemia e quindi, se richiesto, va iniziato il trattamento.

Il trattamento dell'anemia con l'uso di agenti stimolanti l'eritropoiesi è raccomandato nei pazienti con malattia renale cronica dopo che sono state escluse altre cause di anemia quali:
-perdite di sangue
-carenza di ferro
-carenza di vitamina B12 o
-carenza di acido folico.

A causa della possibilità di un aumentato rischio di ictus in pazienti in trattamento con agenti stimolanti dell'eritropoiesi,  la discussione tra il paziente e il medico dovrebbe essere prioritaria  prima dell'inizio del trattamento.

Gli agenti stimolanti l'eritropoiesi devono essere  avviati  quando l'Hb scende al di sotto di 10 g / dL ed il paziente presenta segni e sintomi di anemia.

L'obiettivo da raggiungere nei pazienti con malattia renale cronica in terapia con eritropoietina è il raggiungimento di valori di Hb da 10 a 11 g / dl, dal momento che la normalizzazione dell'Hb ha portato ad un aumento del rischio di morte e di malattia cardiovascolare in questi pazienti.

RICERCA TRA GLI OLTRE 6MILA ARGOMENTI