RICERCA TRA GLI OLTRE 6MILA ARGOMENTI

1 marzo 2014

INIBITORI DELL'AROMATASI, EFFETTI COLLATERALI

Gli inibitori dell'aromatasi di ultima generazione quali l'anastrozolo, il letrozolo e l'exemestane sono solitamente ben tollerati e presentano scarsa incidenza di effetti collaterali.

L'effetto collaterale principale legato all'utilizzo prolungato di questi farmaci è rappresentato dall'osteoporosi

Ciò determina una maggiore incidenza di fratture ossee nelle pazienti trattate con inibitori dell'aromatasi, rispetto a quelle curate con tamoxifen in quanto quest'ultimo è dotato di attività estrogenico-agonistica parziale a livello osseo.

Altri effetti collaterali, comunque di intensità lieve e non sempre descritti, possono essere:
vampate di calore, secchezza vaginale, dolori muscoloscheletrici e cefalea

È utile ricordare che l'osteopenia indotta dagli inibitori dell'aromatasi può essere prevenuta con l'assunzione concomitante di bifosfonati.

RICERCA TRA GLI OLTRE 6MILA ARGOMENTI