RICERCA TRA GLI OLTRE 5MILA ARGOMENTI

28 settembre 2013

DABIGATRAN


Meccanismo d'azione
Dabigatran (PRADAXA cpr. da 110 e da 150 mg) è un inibitore diretto della trombina somministrato per via orale


Indicazioni
È usato per:
1) la profilassi del tromboembolismo venoso in pazienti sottoposti a chirurgia ortopedica elettiva  

2) la prevenzione di ictus e di embolizzazione sistemica in pazienti con fibrillazione atriale non-valvolare con uno o più dei seguenti fattori di rischio:
-precedente TIA o evento embolico
-insufficienza cardiaca in classe NYHA superiore o uguale a 2
-frazione di eiezione ventricolare sinistra inferiore al 40%
-eta inferiore o uguale a 65 anni con ipertensione o diabete mellito
-età uguale o superiore a 75 a.


Dosaggi
Nei pazienti ortopedici, la dose iniziale abituale è 110 mg somministrato entro 1-4 ore dal completamento dell'intervento chirurgico, seguito da 220 mg una volta al giorno.

Una dose ridotta di 150 mg una volta al giorno dovrebbe essere somministrata se il farmaco è assunto con amiodarone, chinidina o verapamil

Il trattamento deve essere continuato per un totale di 10 giorni dopo protesi di ginocchio e 28-35 giorni dopo sostituzione dell'anca.

In pazienti con fibrillazione atriale la dose abituale è 150 mg due volte al giorno.

Una ridotta dose di 110 mg due volte al giorno deve essere somministrata se assunto allo stesso tempo con verapamil o in anziani di età superiore ad 80 anni
Questa dose può anche essere considerata per i pazienti ad alto rischio di sanguinamento.


Emivita
12 - 15 ore


Sicurezza
Sembra sicuro anche in associazione a clopidogrel e/o ASA ed in caso di cardioversione

RICERCA TRA GLI OLTRE 5MILA ARGOMENTI