RICERCA TRA GLI OLTRE 6MILA ARGOMENTI

22 settembre 2012

SAXAGLIPTIN

Saxagliptin, è un inibitore della dipeptidil-peptidasi 4 (DPP-4), la quale e' responsabile della degradazione delle incretine
Saxagliptin quindi  inibisce la degradazione degli ormoni "incretine" nell'organismo. 

Le incretine, che vengono rilasciate dopo un pasto, stimolano il pancreas a produrre insulina.
 
Aumentando il livello delle incretine nel sangue, saxagliptin stimola quindi il pancreas a produrre più insulina quando la glicemia e' elevata.

Nel contempo saxagliptin  è inefficace quando la concentrazione di glucosio nel sangue è bassa.

Saxagliptin inoltre riduce  la quantità di glucosio prodotto dal fegato accrescendo i livelli di insulina e diminuendo i livelli dell'ormone glucagone. 

Insieme, questi processi riducono il tasso di glucosio nel sangue e contribuiscono al controllo del diabete di tipo 2.

E' un farmaco utile in associazione in caso di mancato controllo glicemico con altri farmaci

Dosaggio
 2,5-5 mg per via orale una volta al giorno 
Ridurre la dose a 2,5 mg, una volta al giorno, in caso di insufficienza renale

La funzione renale deve essere valutata prima di iniziare la terapia con questo farmaco e in seguito periodicamente. 

L'esperienza clinica con questo farmaco è limitata.

Effetti collaterali: riduzione della conta linfocitaria

RICERCA TRA GLI OLTRE 6MILA ARGOMENTI