RICERCA TRA GLI OLTRE 5MILA ARGOMENTI

6 dicembre 2011

BETABLOCCANTI, DIFFERENZE TRA CARDIOSELETTIVI E NON CARDIOSELETTIVI

Beta-bloccanti cardioselettivi
(Es. metoprololo, atenololo, bisoprololo)
Il loro bersaglio sono i recettori beta 1 del cuore 

Effetti
Riducono la frequenza cardiaca, la contrattilità, il volume di stroke (lavoro cardiaco durante la sistole)

Sono utilizzati per 
trattare l'ipertensione, l'insufficienza cardiaca, l'angina, l'infarto del miocardio.


Beta-bloccanti non-cardioselettivi 
(Es. propranololo, sotalolo, pindololo)
bloccano i recettori β1 (cuore) e β2 (polmoni e vasi). 

Sono utilizzati per
 trattare l'ipertensione, l'angina, le aritmie.

RICERCA TRA GLI OLTRE 5MILA ARGOMENTI