RICERCA TRA GLI OLTRE 6MILA ARGOMENTI

30 maggio 2011

METFORMINA, ULTERIORI PRECISAZIONI

La metformina, l'unica biguanide disponibile, ha un meccanismo d'azione diverso da sulfaniluree, e non è intercambiabile con esse.
Esercita il suo effetto principalmente riducendo la gluconeogenesi e aumentando l'utilizzo periferico del glucosio; dal momento che agisce solo in presenza di insulina endogena, è efficace solo se ci sono alcuni residui di cellule delle isole pancreatiche funzionanti.
La metformina è il farmaco di prima scelta nei pazienti in sovrappeso in cui è venuta meno una dieta rigida nel controllo del diabete
Se necessario, può anche essere considerata come opzione nei pazienti che non sono in sovrappeso. E' utilizzata anche quando il diabete non è adeguatamente controllata con il trattamento con sulfonilurea. Quando la combinazione di dieta stretta e metformina non riesce, le altre opzioni sono:
la combinazione con una sulfonilurea
la combinazione con glitazone
la combinazione con nateglinide
la combinandosi con sitagliptin
la combinazione con exenatide
la combinazione con acarbosio
la combinazione con insulina, ma l'aumento di peso ed il rischio di  ipoglicemia possono essere problemi (l'aumento di peso dovrebbe essere ridotto al minimo se l'insulina somministrata alla sera).
Il trattamento con insulina è quasi sempre necessario in caso di emergenze mediche e chirurgiche; l' insulina deve essere sostituita anche prima dell'intervento chirurgico (sospendere la metformina la mattina dell'intervento chirurgico e dare l'insulina se necessario).
Di solito con la metformina non si verifica ipoglicemia
Altri vantaggi sono la minore incidenza di aumento di peso e la minore concentrazione plasmatica di insulina. Non esercita azione ipoglicemizzante nei soggetti non diabetici

Gli effetti collaterali gastro-intestinale  sono inizialmente comuni con la metformina, e possono persistere in alcuni pazienti, in particolare quando dosi molto elevate, come per es. 3 g al giorno vengono somministrate

Molto raramente, la metformina può provocare acidosi lattica.
E 'più probabile che questa si verifichi in pazienti con insufficienza renale

La metformina è utilizzata per il trattamento sintomatico della sindrome dell'ovaio policistico
La metformina migliora la sensibilità all'insulina, può aiutare nella riduzione del peso, contribuisce alla normalizzazione del ciclo mestruale (aumentando il tasso di ovulazione spontanea), e può migliorare l'irsutismo.

RICERCA TRA GLI OLTRE 6MILA ARGOMENTI