RICERCA TRA GLI OLTRE 6MILA ARGOMENTI

26 maggio 2011

FARMACI E MALATTIE EPATICHE

Le malattia epatiche possono avere effetti complessi sulla clearance del farmaco, la biotrasformazione e la farmacocinetica.
I fattori patogenetici includono: 
alterazioni dell'assorbimento intestinale
legame alle proteine ​​plasmatiche
rapporto di estrazione epatica
flusso di sangue al fegato
shunt porto-sistemico
escrezione biliare
circolazione enteroepatica
clearance renale

Talvolta le alterazioni aumentano i livelli di farmaco biodisponibile, causando effetti tossici nonostante dosi di farmaco normali
Tuttavia, i livelli e gli effetti di un farmaco sono imprevedibili a livello individuale e non correlano bene con il tipo di danno epatico, la sua gravità, o i test di funzionalità epatica.
Pertanto, non esistono regole generali disponibili per la modifica del dosaggio di farmaci in pazienti con malattia epatica
Gli effetti clinici possono variare indipendente dalla biodisponibilità del farmaco, soprattutto nelle malattie epatiche croniche; ad esempio, la sensibilità cerebrale al consumo di oppiacei e sedativi è spesso rafforzata nei pazienti con malattia epatica cronica.
Quindi, apparentementemente piccole dosi di questi farmaci somministrati a pazienti cirrotici possono precipitare l'encefalopatia.

Le reazioni avverse non sembrano essere più probabili in pazienti con malattia epatica avanzata, tuttavia, tali pazienti possono tollerare meno bene gli eventuali effetti avversi epatici dei farmaci

RICERCA TRA GLI OLTRE 6MILA ARGOMENTI