RICERCA TRA GLI OLTRE 5MILA ARGOMENTI

23 maggio 2011

COLICA URETERALE AL PRIMO EPISODIO, COME COMPORTARSI

Diagnosi
L'esame completo del sangue e delle urine sono sempre utili
Poiché si tratta di un primo episodio, la conferma della diagnosi tramite imaging è raccomandata. A tal proposito la TAC spirale senza mezzo di contrasto è diventata la modalità consigliata per la diagnosi

Trattamento
Il dolore è un elemento importante nel trattamento della fase acuta e può essere risolto tramite FANS con l'eventuale aggiunta di oppiacei, se necessario. Gli antiemetici dovrebbe essere somministrati in caso di nausea e vomito
La probabilità di passaggio spontaneo di un calcolo ureterale è connessa alle sue dimensioni ed alla posizione. La maggior parte dei calcoli di 4 mm o meno di diametro passa spontaneamente, mentre i calcoli di 10 mm o più di dimensioni difficilmente passano. I calcoli di 8 mm. presentano ancora una possibilità di passare spontaneamente.
Le opzioni di trattamento attualmente disponibili includono: l'osservazione, la terapia medica espulsiva o la rimozione dei calcoli tramite litotripsia ad onde d'urto (SWL) o ureteroscopia. Se i sintomi non si risolvono o se si sviluppa sepsi, la rimozione del calcolo è indicata. Viceversa, se il dolore è ben controllato, senza evidenza clinica di sepsi, e se la funzione renale e' normale l'osservazione e l'uso della tamsulosina devono essere considerati. Gli antibiotici non sono indicati a meno che non vi sia associata un'infezione

RICERCA TRA GLI OLTRE 5MILA ARGOMENTI